Zwei Schritte nach in Deutchland

“Le città sono sempre state come le persone, esse mostrano le loro diverse personalità al viaggiatore. A seconda della città e del viaggiatore, può scoccare un amore reciproco, o un’antipatia, un’amicizia o inimicizia. Solo attraverso i viaggi possiamo sapere dove c’è qualcosa che ci appartiene oppure no, dove siamo amati e dove siamo rifiutati”. Partendo da questa citazione di Roman Payne ci è possibile tracciare un breve ma significativo resoconto dell’esperienza che due classi del Liceo Linguistico Cairoli hanno da poco vissuto in terra tedesca.

scambio culturale Pavia - Nantes

le alunne di 3^bl a NantesPochi giorni fa si è conclusa la nostra esperienza di scambio culturale con i ragazzi francesi del liceo Clemenceau di Nantes. Inizialmente ci siamo recati in Francia (27 gennaio/3 febbraio), e nonostante il lungo viaggio in pullman, i nostri sforzi sono stati ripagati con una meravigliosa settimana. Tra le visite più interessanti non possiamo dimenticare l'escursione al Mont Saint-Michel, anche se il tempo non era a nostro favore.

Liceo Musicale - Scambio culturale con il Gymnasium am Kothen

orchestra comune degli studenti del Liceo am Kothen e CairoliIil giorno 1° ottobre 2014 si è tenuto presso la Alten Kirche di Wupperfeld (Wuppertal) il concerto conclusivo della seconda settimana musicale italo-tedesca. progetto che prevede la costituzione di un'orchestra comune formata dagli studenti del liceo musicale e da quelli della classe

di musica sinfonica del Gymnasium am Kothen.

La visita degli studenti tedeschi è prevista per la prossima primavera.

 

Il giro del mondo con occhi e mente aperta

Carlo Berruti il 23 marzo 2013 ha incotrato le classi terze del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale per trattare delle sue esperienze di viaggio "con gli occhi e la mente aperta".

Scambio culturale liceo musicale/gymnasium am kohten

“Wunderbar” mi ha detto al termine del concerto il signor Jahn, preside del Gymnasium am Kohten. “Meraviglioso”: il pubblico tedesco era in piedi ad applaudire e il preside ha confessato che non si era mai visto a Wuppertal un entusiasmo simile. La soddisfazione del pubblico era giustificata, perché gli studenti, diretti dal prof. Martin Sonder, hanno emozionato tutti i presenti con un concerto coinvolgente, trasmettendo la loro passione per la musica.